Equilibrea attiva su due fronti

Porto San Giorgio (FM) 10 dicembre

Colpaccio della sezione ginnastica maschile Equilibrea a Porto San Giorgio. La squadra composta da Matteo Bottino, Simone Rampado e Andrea Origlia ha conquistato il primo posto nel Torneo delle regioni, competizione riservata alle società che hanno militato nella stagione in corso nel campionato Silver di serie D.
Al campionato nazionale di giugno, i ragazzi di Maurizio Togliatti avevano sfiorato il podio, con il quarto posto assoluto. Qua, invece, la compaggine chierese ha avuto la meglio su tutti gli altri, dimostrando un'ottima esecuzione e una saggio costruzione degli esercizi tecnici. un buon biglietto da visita per la stagione a venire, con tutti i programmi in rielaborazione.
 
Tortona (AL) 8 dicembre
 
Il Gym Test FGI regala emozioni alle giovani preagoniste di Equilibrea. Greta Maiuolo (Giovanissime Top Special 2009), Caterina Savini e Giada Casamassima (Esordienti 2010), hanno effettuato un incontro di valutazione tecnica tra le migliori ginnaste in erba del piemonte e della Valle d'Aosta a Tortona, nella cornice del tradizionale Memorial Barbara Gemme. Nonostante i risultati, per disposizione ministeriale, siano di competenza dei solo istruttori societari, le tre piccole promesse della ginnastica chierese hanno dimostrato tutto il loro valore.
Soddisfatti i tecnici Piras e Giraudo, che guardano al futuro con speranza: "E' sempre difficile trovare bambine e famiglie che sacrificano tanto tempo per lo sport. Ed è bello raccogliere consensi quando il lavoro è ottimo."

fototripla600

Parkinson, ecco quali sport aiutano a tenere a bada la malattia e i suoi sintomi

«Qualità della vita di pazienti e caregiver può davvero migliorare grazie all’attività fisica costante» è il monito di Juri Chechi, testimonial della Giornata Mondiale il 25 novembre

yuri

È una malattia neurodegenerativa che non si arresta, ma può essere tenuta sotto controllo rallentandone la progressione. Il Parkinson, di cui si celebra la Giornata Mondiale il 25 novembre di ogni anno, colpisce 300mila italiani, ma nei prossimi 15 anni questo numero è destinato a raddoppiare al ritmo di circa 6.000 nuovi casi l’anno, di cui la metà ancora in età lavorativa.

NOVITÀ TERAPEUTICHE

Oggi «il Parkinson può essere trattato, garantendo una buona qualità di vita anche per molti anni» spiega Leonardo Lopiano, neurologo dell’Università degli Studi di Torino, illustrando le novità terapeutiche «in arrivo fra 3-5 anni. Sono in corso sperimentazioni con nuove formulazioni di levodopa, a somministrazione orale, sottocutanea e inalatoria, e con altre categorie di farmaci come i dopamino-antagonisti e gli inibitori enzimatici».

Mentre le terapie agiscono sul decorso della malattia, molto può essere fatto per migliorare la qualità della vita dei pazienti.

LO SPORT

«Sono qui oggi per motivi famigliari ma anche per ribadire l’utilità dell’attività motoria per la prevenzione e la qualità della vita dei pazienti» ha ribadito Jury Chechi.

Il campione olimpico è anche per quest’anno testimonial della Giornata Nazionale Parkinson. Il messaggio chiave è che «molto si può fare in termini di propriocettività, coordinazione e potenziamento muscolare».

Fare attività fisica è importante per i malati: «Nella prima fase della malattia, chi già praticava dello sport, è invitato a continuare a farlo. In una fase avanzata, è necessaria una riabilitazione specifica che agisce sulla marcia e sull’equilibrio» dice Alfredo Berardelli, Presidente Fondazione LIMPE per il Parkinson Onlus e neurologo della Sapienza Università di Roma.

L’effetto della riabilitazione smette quando si interrompono le sedute e quindi il paziente dovrebbe fare degli esercizi anche a casa, in modo continuo. I risultati ottenuti dalla pratica di attività sportiva sono sorprendenti. Lo mostrano le sempre più numerose iniziative per i pazienti: «Le attività svolte in vacanza da pazienti, insieme a familiari e caregivers , includono la vela, il surf e la canoa e tutto viene monitorato. Quello che sembra emergere è che i pazienti, anche con difficoltà motorie, apprendono molto velocemente e ciò è stato osservato dagli istruttori che generalmente lavorano con persone sane» spiega Nicola Modugno, responsabile del Centro Parkinson Neuromed di Pozzilli, ideatore e organizzatore di Sail4Parkinson 2016 e 2017. Per aiutare i pazienti a non chiudersi in sé stessi e fare con entusiasmo delle cose che sembrerebbero ardue, come remare in piedi su una tavola da surf, spiega Modugno, «abbiamo intenzione di organizzare altre iniziative simili, la prossima sarà invernale, sulla neve con gli sci».

Nicla Panciera
( da LA Stampa di venerdì 24/11/17 )


FITWALKING

L'esercizio fisico regolare rende positivi

Benessere, salute, e un’ondata di positività che può durare anche più di qualche ora. 

Sono questi gli effetti dell’attività fisica, secondo lo studio pubblicato sulla rivista Personality and Individual Differences, curata dall’International Society for the Study of Individual Differencies. 
Sport e fitness, dicono infatti gli esperti, non solo modellano il corpo, lo rendono più forte, più elastico o più resistente, ma hanno un impatto diretto sulla nostra vita sociale. 

In che modo?
Per capirlo, un gruppo di ricercatori ha coinvolto un campione di 179 persone, alle quali è stato domandato di compilare per tre settimane un diario quotidiano, sulla base di questionari giornalieri a cui rispondere. Tali risposte sono state analizzate con modelli multidimensionali, e i risultati di questo processo di analisi hanno rivelato informazioni interessanti: l’esercizio fisico prevede un incremento di eventi sociali positiviper chi lo svolge, soprattutto nei giorni in cui ci si allena.

Una sessione di training, inoltre, non provoca esclusivamente benefici temporanei, determinati dal rilascio delle endorfine o dalla sua funzione anti stress: gli effetti, infatti, permangono anche il giorno successivo, e il risultato è un benessere a cascata, che influenza sia il nostro corpo, sia le nostre relazioni sociali, e le attività che riusciamo a portare a termine nelle ore successive alla palestra.

Ma c’è anche un altro aspetto positivo legato all’attività fisica, che sia pilates, yoga oppure functional training: riduce il rischio di soffrire i sintomi di un disordine psichico. Il benessere generato dal movimento, infatti, influisce a livello generale sulla qualità della nostra vita, fino a ridurre l’impatto di un certo tipo di eventi negativi. 

Al di là della quantità di tempo libero a disposizione, o della voglia o meno di muoversi, concludono i ricercatori, per stare meglio non quindi è necessario un training quotidiano, o particolarmente faticoso: basta allenarsi con regolarità. In questo modo, l’ondata di positività dimostrata dallo studio prenderà avvio, e a cascata, ‘contaminerà’ anche gli altri aspetti della nostra giornata.

salute

Inizio di stagione positivo per la Ginnastica Ritmica Equilibrea SSD

Ad aprire la stagione agonistica per la società Equilibrea sono le più giovani della ritmica : Cossu Maddalena, Saitta Martina e Piovano Agnese. Il 3 novembre 2017 hanno preso parte all’interregionale di serie C zona 1 Piemonte-Lombardia-Liguria , dopo avere ottenuto il passaggio nella prova antecedente a Torino. Le giovani atlete si sono cimentate in una grande prova, in cui hanno migliorato di 1 punto tutte le esecuzioni delle varie specialità : collettivo a corpo libero, coppia a 2 cerchi, coppia fune e palla e individuale alle clavette. Le ginnaste chiudono la propria prova superando 4 squadre piemontesi. Le tecniche si possono dire soddisfatte e, pronte a continuare la stagione con i prossimi obiettivi.
Le atlete di Equilibrea appartenenti al settore della ritmica,rispettivamente nei livelli promozionali,Silver e gold, hanno effettuato la loro prima uscita di stagione. Domenica 12 novembre 2017 le ginnaste hanno avuto l’occasione di testare alcuni dei loro esercizi nel Trofeo ad Arquata Scrivia, in vista dei prossimi campionati.
Per il promozionale salgono sul sexondo gradino del podio Lopedrone Francesca e Tardito Irene al corpo libero, terza Stivanello Alessia e un buon quarto posto per Merotto Carlotta, poco dopo segua la compagna Foneris Andrea alla sua prima esperienza di gara.
Nella mattinata seguono il promozionale le, categorie C e D, si sono classificate 3ª Cotto Giulia e 1ª Remondino Sofia, entrambe al corpo libero ; a seguire 1ª Gallina Cecilia al cerchio e 2ª Colasante Maddalena sempre al cerchio, 4ª al corpo libero. Nelle Mini C Cucos Beatrice si posiziona 2ª al cerchio e 1ª al corpo libero, la sua compagna Budau Claudia la segue 2ª al corpo libero e 2ª alla palla; chiude le mini C Gallo Margherita 6ª al corpo libero e 1ª alla palla.
Nel pomeriggio sono entrate in pedana le ginnaste appartenenti alle categorie B ed A : si aggiudica il 1º posto al corpo libero Piovano Agnese, a seguirla 2ª Saitta Martina e chiude il podio, con un 3º posto, Marchioro Sofia. Continuano con gli attrezzi le più piccole della società : Alle clavette si aggiudica il gradino più alto del podio Marchioro Sofia, 2ª Saitta Martina, mentre al cerchio Saitta Martina sale sul primo gradino e al 2º posto la segue Piovano Agnese.
Chiudono la giornata La Scala Valeria con il primo posto alla fune e segue l’argento della compagna Armarolli Chiara. Nella stessa categoria, ma con il cerchio, vince Torgani Camilla e alla palla sale sul podio Varone Margherita conclude Cossu Maddalena con un 1º posto in entrambe le due specialità corpo libero e clavette.

ritmica_16_11_17_1-

ritmica_16_11_17_2-

GINNASTICA RITMICA EQUILIBREA SSD

Ginnastica Artistica Equilibrea SSD: buona prova di serie C2 per le ginnaste chieresi

Torino, 12 novembre
La squadra agonistica delle allieve Equilibrea si comporta bene in serie C, il massimo campionato dedicato alle piccole promesse della ginnastica. Le chieresi portano a casa un buon settimo posto regionale, al termine di una gara condotta con pochissime sbavature in un contesto di alto livello. Tra le protagoniste del risultato positivo, Allegra Savini e Fabiana La Marca hanno dato un grande contributo gareggiando su quattro attrezzi ciascuna. Per la prima volta in gara assieme alla sorella maggiore, anche Alice La Marca è stata in gara, con buoni esercizi a parallele, corpo libero e volteggio, lasciando la trave all'esordiente Gaia Stupino, che alla sua primissima gara in un campionato Gold della Federazione Ginnastica non ha tradito le aspettative.
Marcello Piras e Gloria Giraudo, tecnici federali di 3° livello e giudici regionali, commentano guardando al futuro: "Siamo soddisfatti del risultato considerando che per alcune atlete la ripresa dopo la pausa estiva è stata molto faticosa e la preparazione stessa è stata rallentata da un infortunio a Allegra Savini. Inoltre, gareggiare alla pari in serie C2, con atlete nella media più esperte, per noi è già un successo, considerando che abbiamo schierato 3 allieve nate nel 2008. Per il prossimo anno puntiamo molto più in alto".
blog_artistica_15_11_17

SCUOLA DI GINNASTICA EQUILIBREA SSD